OGGETTI SPECIFICI Torino_logo
Oggetti Specifici Torino spazio-galleria-arte-bozzetti d'artista

OGGETTI SPECIFICI nel cuore di Torino è uno spazio che ha la ricercatezza di una wunderkammer e la familiarità di un interno domestico. Le selezione di oggetti appartiene esclusivamente alla fase generativa dell'opera d'arte. La galleria commercializza bozzetti d'artista, studi, disegni maquette, manufatti per loro natura spesso incompiuti.

Tali oggetti rivelano tutto il coraggio e l’esitazione della prova, oltre a essere traccia di una pratica artistica, di un metodo. La capacità dell’opera di conquistarsi il proprio spazio, sia pure sulla superficie di un foglio, ispira il progetto della fondatrice, Caterina Filippini, traducendosi nel desiderio, carico di un sano voyerismo, di animare uno spazio che sia aperto, dove alla componente culturale, alla bellezza e alla diffusione dell’arte si possa cominciare ad acquistare un pezzo che potrà far parte di una collezione.

Oggetti Specifici Torino spazio-galleria-arte-bozzetti d'artista
spazio oggetti specifici torino

Con le sue grandi vetrate che danno sulla strada, lo spazio è visibile già dall’esterno e, con lo stile dei passages parigini, seduce i passanti, li invita a entrare, e a lasciarsi guidare dai suoi tesori.

Tra le sue pareti verde scuro e rosa pallido, in un ambiente accogliente e sofisticato, OGGETTI SPECIFICI offre una fruizione immediata dei suoi mirabilia, riuscendo ad avvicinare anche il collezionismo neofita, ancora timoroso.

OGGETTI SPECIFICI seleziona lavori di scultura, fotografia, pittura, design e installazione, si presenta come una spazio in cui poter sviluppare una sensibilità intorno agli oggetti prima dell’opera.

Nel nome echeggia l’articolo di Donald Judd; Specific Objects, apparso su "ArtsYearBook" nel 1965, in cui il giornalista cercava di spiegare ciò che più tardi verrà definito Minimalismo. Judd già nel '65 guardava alle “nuove opere” con occhio indagatore, riconoscendone la tensione all'affermazione di un propria spazialità specifica che stava trovando piano piano forma.